BUONISSIMO
Seguici

Ricette con Marmellata di mele cotogne

Una conserva che si mantiene a lungo e non contiene grassi. Ecco perché e come mangiare la marmellata di mele cotogne, una ricetta facilissima da fare anche a casa Marmellata di mele cotogne

La marmellata di mele cotogne, detta anche cotognata, è una conserva alimentare prodotta a partire dalla mela cotogna, frutto definito un ibrido tra mela e pera. Appartiene alla famiglia botanica delle Rosaceae, la stessa di meli e peri, ma corrisponde al diverso genere Cydonia. Già coltivata dai Babilonesi, la mela cotogna pur essendo originaria dell’Asia Minore e della zona del Caucaso, oggi è diffusa nell’area occidentale del Mediterraneo e in Cina.

Marmellata di mele cotogne, proprietà principali

Frutto autunnale dal sapore leggermente acidulo, anche grazie all’alta concentrazione di pectina contenuta soprattutto nella buccia, una fibra alimentare solubile che funge da addensante naturale, la mela cotogna è particolarmente indicata per le preparazioni di marmellata e gelatina. In questo caso, l’elevato contenuto del polisaccaride che funziona con lo stesso principio della colla di pesce limita i tempi di cottura a favore di un veloce addensamento e rende questi prodotti dolci ben conservabili. Le mele cotogne sono ottime per distillati e liquori, ma anche usate nella versione sciroppata. Questa marmellata è pure facilissima da fare a casa per poi essere mangiata da sola, spalmata sul pane o usata come ripieno per torte, biscotti o crostate. Può essere altresì un vincente abbinamento con i formaggi a pasta dura, in particolare pecorini. Questa marmellata può avere diverse variazione e sta molto bene con kiwi, cachi oppure nel mix con l’uva.

Marmellata di mele cotogne, valori nutrizionali

Se 100 grammi di mela cotogna cruda forniscono 29 calorie, circa 2 cucchiaini di marmellata di mele cotogne contengono 53 calorie, un apporto energetico abbastanza moderato. Ricchissima di fibre, fornisce prevalentemente carboidrati e quantità non rilevanti di grassi e proteine. Come micronutrienti, invece, sono presenti alcuni minerali, tra cui potassio e fosforo, e vitamine, soprattutto vitamina C e B.

Mele cotogne, benefici e controindicazioni

La marmellata di mele cotogne, come la frutta dalla quale deriva, sempre grazie alla pectina contribuisce a regolarizzare l’intestino e a facilitarne la motilità, oltre a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e glicemia nel sangue. Inoltre, l’acido malico contenuto nella mela cotogna favorisce la digestione e le proprietà antinfiammatorie.

LEGGI TUTTO
  1. Kolac

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963