BUONISSIMO
Seguici

Ricette con Agoni

Sono simili alle sarde ma si differenziano per alcune caratteristiche speciali: scopriamo di più sulle proprietà degli agoni. Le caratteristiche degli agoni sono molto speciali: scopriamo insieme quali sono, quali sono i loro valori nutrizionali e i benefici legati al loro consumo

Agoni, caratteristiche principali

L’agone è un pesce d’acqua dolce che si trova facilmente nei grandi laghi italiani, come il Lago Maggiore, il Lago d’Iseo e il Lago di Como. Nel tempo, hanno trovato spazio anche nelle acque del Lago di Bracciano o nel Lago Albano. Il gusto ricorda molto quello della sarda di mare mentre la sua forma è affusolata e allungata. Nelle sue dimensioni medie, raggiunge una lunghezza di 15 cm ma non mancano esemplari anche più grandi, che arrivano anche a 30 cm. Il peso arriva fino a 250 grammi. Il suo aspetto varia a seconda del lago in cui viene pescato. Nel comasco, presenta dimensioni minori e con poche macchie sul dorso, mentre in altre zone sono più grandi e con più segni sulla livrea. Trovano ampio spazio in cucina, anche nelle grigliate, come nella ricetta degli agoni alla griglia alla maniera trentina.

Agoni, valori nutrizionali

L’apporto energetico degli agoni deriva dalle tante proteine che contengono. Si possono considerare praticamente dietetici, con appena 100 kcal per 100 grammi di pesce edibile. I principi nutrizionali in esse contenuti sono di elevato valore biologico quindi sono adatti per ogni tipo di regime alimentare.

Agoni, benefici e controindicazioni

Come tutti i pesci d’acqua dolce, anche gli agoni possono essere considerati come dei validi alleati del nostro cervello, grazie alla quantità di fosforo. Sono ricchi di omega-3, con buone quantità di iodio, fluoro, fosforo, selenio e molte proteine ad alto valore biologico. Sono poveri di grassi, hanno poche calorie e una quantità di colesterolo che risulta trascurabile. Oltre agli omega-3, contengono anche un’elevata concentrazione di acidi grassi polinsaturi, che favoriscono la salute del sistema nervoso. Non ci sono controindicazioni nell’assunzione degli agoni e possono entrare in tutti i tipi di regimi alimentari, anche in quelli strutturati per il controllo di determinate malattie come il diabete, l’ipertensione e l’ipercolesterolemia.

  1. Agoni alla griglia alla maniera trentina

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963