BUONISSIMO
Seguici

Funghi, guida per riconoscere i diversi tipi

Sono buoni, hanno gusti diversi, possono essere abbinati a vari tipi di ingredienti e utilizzati in tantissime ricette. Sono i funghi, ovviamente

  • Finferli

    Finferli

    Chiamati anche gallinacci, gialletti e in altri modi, i finferli (Cantharellus Cibariu) cresce in estate e in autunno, nei boschi di latifoglie e aghifoglie. Spesso sono conservati sott’olio o sotto aceto e sono ottimi anche fritti

  • Trombetta dei morti

    Trombetta dei morti

    Nonostante l'aspetto e il nome lugubre dovuto al fatto che spunta intorno al 2 novembre, la trombetta dei morti (Craterellus Cornucopioides) è buonissima e ricorda addirittura il tartufo. Ottimo nei risotti e con selvaggina, cresce a gruppi in terreni umidi lungo piccoli corsi d’acqua

  • Lingua di bue

    Lingua di bue

    Sono chiamati lingua di bue perché ricordano davvero la grossa lingua di un bovino, il loro nome scientifico è Fistulina Hepatica. Crescono su tronchi di latifoglie tra estate e autunno. Sono ottimi crudi, un po' meno da cotti e sono ricchi di vitamina C

  • Barbagini

    Barbagini

    I barbagini, conosciuti anche come grifola frondosa (Grifus Frondosus) oppure con il termine giapponese di maitake, crescono in Italia tra fine agosto e ottobre nei ceppi di castagne e nei boschi di latifoglie dell'appennino tosco-emiliano e nelle prealpi piemontesi. Ottimi fritti e sott'olio

  • Sanguinelli

    Sanguinelli

    I sanguinelli o sanguinacci (Lactarius Deliciosus) crescono tra estate e autunno nei pineti e su suoli acidi. Sono straordinariamente buoni nei risotti e vanno mangiati necessariamente cotti

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963