BUONISSIMO
Seguici

10 ricette per una cena Anni Ottanta

Chi c'era e ne ha memoria può fare la propria lista: quali sono i piatti mai dimenticati durante il decennio della dittatura della panna?

  • Quali sono i cibi anni '80 a cui siamo ancora affezionati

    Quali sono i cibi anni '80 a cui siamo ancora affezionati

    Ricorderemo gli Anni Ottanta per la panna, il salmone, i budini, la maionese e le gelatine. Non necessariamente in quest’ordine. In quel decennio ritornava in auge la vita alta dello stile Eighties, nella moda comandavano i colori fluo, il compagno inseparabile di tutti i pomeriggi era il Game Boy e se in cucina non utilizzavi il flambé anche sulla pasta al burro non potevi chiamarti chef.
    Poi c’era il carrello dei dolci al ristorante, quell’ingresso tanto atteso non solo dai bambini: montblanc, millefoglie, bavarese, panna cotta, profiterole, zuppa inglese, crostata o tiramisù?
    Riguardando i vecchi album delle feste, non si può certo dire che i buffet lesinassero sul colore e sulla fantasia: tavole imbandite di vol au vent ripieni di polpa di granchio, pesce finto contornato dalla onnipresente insalata di rucola mentre i palati più esotici sperimentavano abbinamenti spericolati come la combo prosciutto e kiwi.

     

  • Pennette alla vodka

    Pennette alla vodka

    Pare che nelle discoteche romane di fine anni Ottanta era un rito mangiare pennette alla vodka dopo essersi scatenati in pista. Complice la messa al bando della panna, questo primo cult ha perso lentamente il suo fascino e oggi è un amarcord di certi pasti d'antan. La ricetta si scatenava anche con quel tocco affumicato aggiunto con il salmone ma la triade vincente resta panna, pomodoro e vodka: la sottile linea da chic ad hardcore è ancora abbastanza dibattuta. La ricetta la trovate qui.

  • Insalata russa

    Insalata russa

    Grande classico delle feste comandate, l'insalata russa ha un fascino tutto suo che ha superato mode, gusti e palati più addomesticati. Un antipasto da servire rigorosamente freddo, un trionfo di verdure lessate e legate dalla maionese, ancora più buono da mangiare il giorno dopo (semmai ci arrivasse!).

  • Vitello tonnato

    Vitello tonnato

    Altra pietanza che ha fatto la storia della nostra cucina è il vitello tonnato, piatto freddo tipico della gastronomia piemontese, una paternità che hanno cercato di rivendicare anche Lombardia e Veneto. Il nome non deve trarre in inganno: del tonno c'è sì traccia, ma solo nella salsa. La parola "tonnato" deriva dal francese tannè che significa "conciato" e appartenendo alla categoria delle ricette povere veniva preparata con gli avanzi del vitello lessato, a sua volta condito con una salsa di acciughe, tonno sott'olio, limone olio e capperi. Un piatto da scarpetta!

  • Cocktail di gamberi

    Cocktail di gamberi

    Re dei finger food, il cocktail di gamberi è un evergreen vintage che sta sempre bene con tutto. Dal tocco glamour e a tratti esotico, questo appetizer accoglie maionese, salsa Worcester, panna fresca, senape e cognac nell'iconica coppa Martini e si rende ancora più appetibile con la cornice di gamberi freschi tutta intorno. Da sorseggiare idealmente sulle note degli Spandau Ballet, è strategico per essere preparato con anticipo rispetto all'arrivo degli ospiti.

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963