BUONISSIMO
Seguici

10 cibi che mangiamo grazie a Cristoforo Colombo

Dalla scoperta dell'America alla scoperta della tavola: una selecta ragionata di alimenti che appartengono da secoli alla cultura gastronomica italiana che in realtà vengono da oltreoceano

  • 10 cibi che mangiamo grazie a Cristoforo Colombo

    10 cibi che mangiamo grazie a Cristoforo Colombo

    Da ormai 529 anni il 12 ottobre l'America festeggia il Colombus Day, anniversario della scoperta di questo Continente. Il 1492 segna, quindi, l'arrivo di Cristoforo Colombo in quello che al tempo era considerato il Nuovo Mondo, una festa che oggi ogni paese celebra con nomi diversi a seconda del parallelo di riferimento. Dìa de las culturas in Costa Rica, Discovery Day nelle Bahamas, Dìa de la Hispanidad in Spagna, Dìa de la resistencia indigena in Venezuela. Una festa nazionale molto sentita che fa riflettere sull'iconica figura del navigatore genovese che può essere ricordato anche come il primo grande importatore di cibo nella storia. È grazie a lui, infatti, se mangiamo tanti alimenti che facciamo difficoltà a credere non nostri per quanto ormai sono radicati nella cultura gastronomica italiana.

  • Il pomodoro

    Il pomodoro

    Tra le grandi verità, quella per cui il pomodoro non nasce nel nostro Paese. L'ingrediente principe della cucina mediterranea e dell'Italia tutta, che riunisce intere generazioni intono all'imbottigliamento della passata o all'essicazione delle sue fette stese al sole, è in realtà originario dell'America latina dove Inca e Aztechi lo chiamavano xitomatl.

  • Il cioccolato

    Il cioccolato

    Abbiamo già raccontato 5 curiosità sul cioccolato che (forse) non sapevate. La sesta è che la pianta di cacao nasce tra indigeni, Maya e Aztechi. In Italia la sua produzione ha attecchito particolarmente in Piemonte e sono infinite le declinazioni con le quali il cioccolato può essere utilizzato in cucina: gelato, cupcakes, cookies, salame di cioccolato.

  • I fagioli

    I fagioli

    Arrivano dall'America centrale e si trovano alla base di molte ricette regionali italiane. Questi legumi sono tra i più diffusi e sebbene ne esistano più di 500 varietà, borlotti e cannellini sono i più consumati.

  • La zucca

    La zucca

    Simbolo della stagione più poetica dell'anno, questo ortaggio non manca più in molti orti domestici o come ornamento nelle feste a tema Halloween. Una delle verdure più versatili in cucina, la zucca è protagonista di molte preparazioni: cremosa nei risotti, al forno abbinata a secondi di carne e di pesce, è l'ingrediente di golosi dolci come una cheesecake o la torta zucca e cioccolato.

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963