BUONISSIMO
Seguici

Cioccolato: le virtù, le qualità e i difetti del dolce più amato

Se sei un tipo da cioccolato al latte, bianco o fondente extra dark e ami divorare stecche dopo stecche, ecco qualche curiosità per trasformarti in un vero intenditore.

  • Lo sfruttamento

    Lo sfruttamento

    Come accade spesso per la grande produzione, un lato negativo di un prodotto come il cioccolato è rappresentato dallo sfruttamento del lavoro minorile. Secondo un rapporto dell'Istituto Internazionale di Agricoltura Tropicale nelle piantagioni di cacao vi sono circa 284.000 bambini costretti a lavorare in condizioni disumane.

  • Svizzero

    Svizzero

    Storicamente il cioccolato al latte fu creato dallo svizzero Daniel Peter nel 1875, dopo 8 anni di tentativi. Quello al gianduia invece fu un'invenzione torinese: nel 1806 era difficile rifornirsi di cacao a causa del blocco napoleonico, così alcuni cioccolatieri pensarono di miscelarlo con le nocciole piemontesi. Le prime classiche tavolette di cioccolato invece risalgono al 1847 e vennero inventate a Bristol.

    VAI ALLA RICETTA

  • Cioccolato fondente

    Cioccolato fondente

    Chi ama il fondente lo sa: di questo nome può fregiarsi solamente un cioccolato che contenga dal 45 al 70% di cacao, mentre per percentuali superiori si parla già di extrafondente che è solo per veri intenditori.

    VAI ALLA RICETTA

  • Cioccolato e salute

    Cioccolato e salute

    Il cioccolato fa bene? Sembra proprio di si. Ci sono molte evidenze scientifiche sulle sue proprietà salutari ma attenzione, queste non valgono per il cioccolato al latte, più calorico e con un maggiore contenuto di grassi. Secondo uno studio dell'Università di Cambridge, pubblicato sul British Medical Journal, un cioccolatino al giorno ridurrebbe di un terzo il rischio di sviluppare infarto, ictus o di diventare diabetici. Lo facciamo allora questo "sacrificio" giornaliero?

    VAI ALLA RICETTA

  • Chimica

    Chimica

    Nel cioccolato troviamo una curiosa caratteristica chimica, è infatti una delle poche sostanze commestibili a fondere a circa 34 °C, appena al di sotto della temperatura del corpo umano. Ed è proprio per questo motivo che si scioglie così facilmente sulla lingua, assumendo quella caratteristica consistenza che lo rende uno degli alimenti più amati al mondo da grandi e piccini.

    VAI ALLA RICETTA

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963